Comune di Limena

RICOSTRUIAMO LA RIVIERA DEL BRENTA

Pubblicata il 10/09/2015

Lo scorso 8 luglio un devastante tornado ha messo in ginocchio la Riviera del Brenta, provocando un morto, 92 feriti, circa 100 milioni di danni, 500 case lesionate di cui 90 da abbattere, 400 sfollati, capannoni e negozi scoperchiati, decine di auto da rottamare, danni alle produzioni agricole.

Nelle difficili giornate successive all’uragano, mi ero personalmente impegnato a ricostruire quella zona, una tra le più belle e storiche del nostro Veneto. Allo scopo, la Regione del Veneto aveva stanziato nell’immediatezza del disastro sei milioni di euro, cui s’erano aggiunti i due dal Governo.
Questa somma, seppur necessaria ad offrire un pronto ristoro ai danni più urgenti, non è sufficiente a completare la ricostruzione della Riviera, anche se in moltissimi ci hanno aiutato e ci stanno aiutando attraverso iniziative di volontariato, eventi, donazioni spontanee al conto corrente che abbiamo istituito come Regione (IBAN: IT 57 V 02008 02017 000103827353, causale “Emergenza tornado in Veneto”).

Da domenica 6 settembre 2015 fino a martedì 15, grazie ad una proficua e generosa collaborazione con il Dipartimento nazionale della Protezione civile, Rai, SKY Italia, Mediaset, La7, RCS, TIM, Vodafone, WIND, 3 Italia, PosteMobile, COOPVOCE, Tiscali, Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TWT, Uno Communications, Clouditalia Telecomunicazioni, sarà attivo il numero 45500 per gli “sms solidali” e le chiamate da rete fissa.

In questo modo, sarà possibile devolvere 2 euro alla ricostruzione della Riviera del Brenta, offrendo una mano tesa verso chi soffre, non ha più una casa o una propria attività. I Sindaci, le pubbliche Istituzioni, le associazioni del territorio, ognuno per la propria parte si sono già rimboccati le maniche per la ricostruzione, imbracciando pale e stanziando fondi. L’entità dei danni tuttavia è stratosferica: è per questo che il numero solidale 45500 è fondamentale oggi per accelerare il ristoro dei danni a chi ha perso tutto.

Sono certo che ancora una volta riusciremo a non far mancare un sostegno ai nostri fratelli che hanno perso tutto. Sulla corretta e trasparente destinazione dei fondi raccolti, garantisco io: tutto sarà reso pubblico nel dettaglio, non appena i Comuni ci avranno fornito la lista degli interventi.
Vi ringrazio tutti in anticipo,

Luca Zaia
Presidente della Regione del Veneto
6 settembre 2015

Allegati

Nome Dimensione
Allegato cover twitter.jpg 565.29 KB